Nocchiere di 29 anni muore in servizio sulla Vespucci

ROMA – Infortunio mortale sull’Amerigo Vespucci.  Il veliero era in trasferimento dal porto della Spezia a Civitavecchia, con a bordo il solo equipaggio, senza i cadetti dell’Accademia di Livorno. La vittima è il sottocapo nocchiere di terza classe Alessandro Nasta: originario di Brindisi, aveva 29 anni e non era sposato. Il giovane era in servizio sul Vespucci dal gennaio 2011 e ricopriva l’incarico di addetto al servizio marinaresco. L’infortunio, le cui cause sono ancora da accertare, è avvenuto mentre il militare “svolgeva attività marinaresca – afferma la Marina militare – sull’alberatura di maestra della nave”. Il giovane sarebbe precipitato da uno dei pennoni. Subito soccorso è stato evacuato in elicottero, ma durante il trasferimento al policlinico Gemelli di Roma le sue condizioni si sono aggravate: il velivolo è quindi atterrato a Civitavecchia. Inutili i tentativi di salvarlo: Nasta è morto poco dopo l’arrivo in ospedale.(ANSA)

This entry was posted in General. Bookmark the permalink.

Lascia un commento