Vega engineering: +7,4% di vittime sul lavoro

La caduta dall’alto rimane la prima causa di morte con il 24,4 per cento dei decessi sul lavoro. Seconda è il ribaltamento di un veicolo o di un mezzo in movimento (23,9% dei casi), terza causa è lo schiacciamento dovuto alla caduta di oggetti pesanti sulle vittime (19,3%). Per investimento di mezzo semovente è deceduto il 5,7% dei lavoratori e per contatto con organi lavoratori in movimento il 5,2%. Il 4,3% a causa di un tragico contatto con oggetti o mezzi in movimento. Per annegamento è deceduto il 3,2% delle vittime, per incendio il 2,3 e per seppellimento o sprofondamento il 2%. Le donne decedute sono 7 in otto mesi, gli stranieri che hanno perso la vita sul lavoro in Italia sono 42, ovvero il 12,1% delle morti bianche del nostro Paese. Si tratta perlopiù di rumeni (45,2%) e albanesi (14,3%).

This entry was posted in Elenco 2011, Notizie and tagged , . Bookmark the permalink.

One Response to Vega engineering: +7,4% di vittime sul lavoro

  1. MORANDO SERGIO Crocefieschi Genova Malpotremo Lesegno Italia says:

    Per quanto sopra riportato nella statistica di morti avvenute per annegamento 3,2% queste vittime sono dovute al fatto che in PISCINE pubbliche Comunali date in gestione a cooperative o società sportive spesso il PERSONALE di questo NON ha i brevetti da Istruttore Nuoto e CORSI obbligatori di evacuazione ..anti incendio e di pericoli ..etc. inquanto molti contratti sono a ritenuta d’acconto, coco, a partita iva..o in NERO.. e dove cooperative e società sportive NON fanno fare inquanto in pratica si è precari..”o non assunti regolarmente a posti lavoro indeterminati “e non sono rari casi..che in certe piscine o campeggi o piscine private aperte al pubblico o alberghi ristoranti con piscine centri benessere etc. NON ESISTE NEPPURE il LIFE GUARD
    ( BAGNINO di SALVATAGGIO !) che è OBBLIGATORIO come da norme vigenti e DEVE essere sempre presente con regolari patentini riconosciuti CEE della: Società Nazionale Salvamento Genova o dalla F.I.N. naturalmente anche i patentini da Istruttore nuoto devono essere riconosciuti ma se l’istruttore nuoto ha tali patentini (molti molte fanno tale professione senza avere il brevetto da Istruttore Nuoto..)anche se gli Istruttori nuoto hanno invece regolare patente brevetto riconosciuto CEE MA se questi NON hanno il brevetto patente da MARINAIO di SALVATAGGIO (bagnino) questi Istruttori nuoto NON possono fare i bagnini di salvataggio ! Inoltre i patentini brevetti da bagnino sono di diversa tipologia ci sono quelli validi solo per piscina che brevetti patenti validi sempre ad esami ulteriori per mare laghi interni.
    Comunque per evitare vittime infortuni continui in questi ambienti piscine etc. anche qui servono CONTROLLI ISPETTIVI ASSIDUI inquanto accade che tante piscine Comunali Pubbliche vengono date in gestione a cooperative e società sportive senza che questi Comuni controllino se il personale sia assunto da queste società sia in regola di contratti lavoro e ne abbia i relaivi brevetti patenti da bagnino e istruttore riconosciuti CEE e se fatti o NON fatti TUTTI i CORSI di LEGGE: evacuazione..anti incendio..situazioni di pericolo..corsi sui macchinari usati.. visite mediche e “se” come per gli edifici scolastici le piscine Comunali o in strutture private aperte al pubblico abbiano i requisiti anti terremoti..dispositivi anti incendi porte sicurezza funzionanti..etc.etc. se i dipendenti di queste cooperative società sportive etc. abbiano o no i D.P.I. di protezione e riconoscimento..se ne rispettano le leggi 626/94 81/2008 etc. che prima di DARE in gestione beni pubblici in particolare..da parte di Comuni..questi devono mettere a norma di legge e controllare PRIMA di dare in gestione…il bene pubblico sia che sono piscine come palestre etc.
    Anche qui gli Ispettori in generale..ASL INAIL del Lavoro Carabinieri etc. possono constatarne tali situazioni..recandosi in Ispezioni presso i Centri per l’Impiego e chiederne anche RETROATTIVAMENTE fino a 10 anni i nostri modelli C2 e ispezionando questi modelli c2 possono vedere chi era a coprire tale posto da bagnino o istruttore..in tanti anni.. o se non era assunto..se fatte visite mediche e corsi..ricordando che se il Bagnino Bagnina dovesse firmare i registri controllo acqua..questo in controlli Ispettivi..è ancora più facile..gli ambienti piscine etc. sono aperti visibili al pubblico e agli Ispettori…non è poi così difficile scoprirne gli illeciti a differenza di posti chiusi come fabbriche etc…
    Morando.
    Morando.

Comments are closed.